Detrazione fiscale caldaia 65% su caldaie a condensazione Beretta

Il Decreto Legge 22 Giugno 2012 n. 83 “Misure urgenti per la crescita del Paese” (detto anche Decreto Sviluppo), convertito dalla Legge 7 Agosto n.134, ha prorogato sino al 30 giugno 2013 la possibilità di detrarre dall’imposta il 55% delle spese sostenute dal contribuente relative:

– alla sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti dotati di caldaie a condensazione e alla contestuale messa a punto del sistema di distribuzione;
– all’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici, industriali e per piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università.

Il D.L. 4 giugno 2013 n. 63 “Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE, sulla prestazione energetica nell’edilizia, nonchè altre disposizioni in materia di coesione sociale”, ha innalzato la percentuale di detrazione dal 55% al 65% e ha prorogato l’agevolazione al 31 dicembre 2013 per i privati, e al 30 giugno 2014 per interventi sulle parti comuni dei condomini o su tutte le unità immobiliari del condominio.

La Legge 27 dicembre 2013 n. 147 (Legge di Stabilità 2014) dispose quanto segue:
– proroga fino al 31/12/2014 della detrazione fiscale del 65% (restano invariati i limiti di spesa in vigore, differenziati a seconda delle tipologie di intervento);
– dal 01/01/2015 al 31/12/2015 la detrazione scenderà al 50%, con gli stessi limiti di spesa;
– dal 01/01/2016 la detrazione scenderà al 36%, allineandosi a quella per gli interventi di ristrutturazione edilizia, sempre con gli stessi limiti di spesa.

Per la riqualificazione energetica delle parti comuni di edifici condominiali, i termini erano i seguenti:
– proroga fino al 30/06/2015 della detrazione fiscale del 65% (restano invariati i limiti di spesa in vigore, differenziati a seconda delle tipologie di intervento);
– dal 30/06/2015 al 30/06/2016 la detrazione scenderà al 50%, con gli stessi limiti di spesa;
– dal 01/07/2016 la detrazione scenderà al 36%, allineandosi a quella per gli interventi di ristrutturazione edilizia, sempre con gli stessi limiti di spesa.

La Legge 23 dicembre 2014 n. 190 (Legge di Stabilità 2015), in modifica alla precedente, ha prorogato fino al 31 dicembre 2015 la detrazione fiscale del 65%, con limiti di spesa invariati.

Detto termine di proroga riguarda anche le parti comuni di edifici condominiali.

Con l’ultima Legge 28 Dicembre 2015 n. 208, viene ribadito lo stesso concetto dell’anno precedente, ovvero prorogare fino al 31 dicembre 2016 la detrazione fiscale del 65%.